La magia del cambiamento

Mi occupo di cambiamento e crescita personale. Aiuto le persone a raggiungere i loro obiettivi.
Molte persone pensano che siamo predestinati, che non esiste il cambiamento. Tanto per intenderci se uno nasce in una famiglia di operai non potrà che seguire quel destino. Un po’ quello che esprimeva il Verga nelle sue opere.
A questo io non ci ho mai creduto. Penso che ognuno di noi possa diventare ciò che desidera, basta avere motivazione e credere in se stessi.
L’ho sperimentato su me stesso. Molti anni fa, dopo le scuole superiori ho iniziato a lavorare nel settore dell’elettronica, ma il mio desiderio era quello di lavorare nel campo della psicologia.
Per cui mi sono iscritto all’Università all’età di 28 anni, quando mi ero già creato una famiglia e aspettavo la nascita di mio figlio Matteo. I miei colleghi mi credevano un pazzo ed ogni giorno non perdevano occasione per scoraggiarmi e dirmi che certe cose vanno fatte all’età giusta e che lavorando non sarei mai riuscito a laurearmi.
Oggi posso dire a me stesso e a loro che non è così. Sono riuscito a laurearmi due volte, prima in filosofia e dopo in psicologia, raggiungendo il mio obiettivo. Non dico che sia stata una passeggiata, ho sacrificato molte nottate a studiare, ma ce l’ho fatta.
Dopo la formazione universitaria, mi sono dedicato al cambiamento vero e proprio delle persone, prima come consulente filosofico, utilizzando gli strumenti della Psicofilosofia, dopo come psicologo, utilizzando gli strumenti della Psicologia.
La mia curiosità mi ha portato a studiare anche altre possibilità che favoriscono il cambiamento.
Mi sono avvicinato alle discipline orientali, ma il vero successo si ottiene fondendo i contributi, sia della medicina tradizionale sia di quella non convenzionale. Così sono arrivato psico-bio-energetica.
Attraverso un metodo ben strutturato, ho imparato che si può risalire con precisione ai conflitti irrisolti delle persone e, in alcuni casi, al periodo in cui si sono generati. La tecnica che utilizzo è quella del rilievo psicobioenergetico.
Una volta che risalgo al conflitto irrisolto, provo a scioglierlo attraverso il trattamento psicobioenergetico.
Questa tecnica mi consente di sbloccare le emozioni che le persone hanno somatizzato. Di solito queste emozioni vengono espresse con il pianto e le urla e durante tutto il trattamento la persona rivive il conflitto vero e proprio.
Ci sono differenti spiegazioni scientifiche al metodo da me utilizzato, ho tentato di spiegarle nel mio libro “Cosa vedo in te”, non tutti sono d’accordo, la psicobioenergetica è una disciplina non ancora riconosciuta dalla scienza ufficiale, ma ciò che importa è che le persone dopo il trattamento si sentono sollevate e rilassate. Di recente, mi sono avvicinato all’Ipnosi, fondendo e personalizzando i diversi metodi fino ad oggi da me utilizzati.

Lino Missio

 
 
Summary